La Nostra Storia

Le origini

Alla fine dell'Ottocento si rilevò, da parte dell'allora Comune di Brozzi, la difficoltà del trasporto dei malati agli ospedali cittadini. Il Consiglio Comunale decise di elargire un contributo per l'acquisto di un carro lettiga. Il 24 settembre 1900 venne inaugurata la Società Volontaria di Soccorso di Peretola che, grazie al contributo comunale ed alle offerte degli abitanti, riuscì ad acquistare il primo carro lettiga per una spesa di 1500 lire.

Nel 1921, dopo gli anni tristi della I Guerra Mondiale e della miseria economica, la Società acquistò il primo automezzo fra l'entusiasmo dei militi e della cittadinanza, che si vide dotata di un moderno mezzo più adatto ad un celere soccorso.

Con l'avvento del regime fascista, la Società di Peretola fu una delle poche associazioni di pubblica assistenza a non essere soppresse, anche se dovette sopportare il controllo e la forte ingerenza dei fascisti.

Finita la II Guerra Mondiale, nel 1947 venne riorganizzata l'attività della Società ed eletto il nuovo Consiglio. Nello stesso anno, in un piccolo immobile in via Vespucci donato dall'amministrazione comunale, la Società allestì una serie di ambulatori medici.

Nel 1956 fu inaugurata l'attuale sede di via di Peretola e l'anno successivo fu sancita l'attuale denominazione Associazione Volontaria di Soccorso Fratellanza Popolare.

I giorni nostri

Negli anni, la struttura dell'Associazione é cambiata ma non gli obiettivi, ed oggi, grazie ai nostri 400 volontari, è diventata una delle più grandi associazioni di volontariato di Firenze.

Le nostre attività spaziano dal soccorso sanitario alle attività di protezione civile, dalle donazioni di sangue alle attività sociali in aiuto degli anziani e di tutta la cittadinanza.

Il nostro scopo primario è quello di aiutare gli altri con la maggior professionalità possibile e fino ad oggi, i nostri sforzi, sono stati riconosciuti e premiati.

Più di un secolo di attività ininterrotta costituisce un primato da sottolineare con soddisfazione e con orgoglio.